1 Maggio: ma il mio è un lavoro o uno svago?

1 Maggio: ma il mio è un lavoro o uno svago?

Ciao mams (consentitemi la licenza poetica),

il primo maggio quest’anno per me rappresenta un  giorno in cui guardarmi indietro, osservare la strada che sto percorrendo circa la mia attività creativa, valutare quello che ho imparato, dove sto andando…Un piccolo bilancio, insomma. Attraverso i miei post sui social, percepisco spesso di aver intrapreso la giusta direzione, noto riscontri positivi per le mie creazioni, conosco tante creative nuove ed interessanti con le quali scambiare idee o semplici entusiastici complimenti.

L’altro giorno Google photos mi ha riportato un ricordo attraverso la foto di uno dei primi esperimenti di cucito del 2016: una cosetta semplice ed un po’ imprecisa… Come sono cresciuta da allora!

scaldacollo in lana cotta

E la cosa più entusiasmante è che, come si suol dire, mi sono fatta da sola, ho sperimentato, ho divorato tutorial a non finire sul web ( a proposito, chi di voi vuole provare a cimentarsi nel mondo del cucito, deve assolutamente seguire i preziosi consigli di https://sarapoiese.com/ ), ho disegnato, ho progettato, ho realizzato.

Un ulteriore passo avanti, poi, l’ho fatto quando, esattamente l’anno scorso, un’amica mi ha proposto di entrare a far parte di Animarte, associazione artistica della mia città, dove mi sono letteralmente insediata con uno spazio tutto mio, dove “pasticciare” in piena libertà! E questo mi ha aperto non una porta, ma un portone su mille opportunità di condivisione di esperienze: laboratori creativi nelle scuole, partecipazione a fiere di settore, corsi e tanto altro, che, da sola, difficilmente avrei potuto fare. E’ proprio vero che l’unione fa la forza!

E’ per questo e tanti altri motivi, che mi sono ritrovata proprio oggi a riflettere su “quello che faccio”, che non è un lavoro (ma spero che lo diventi), anche se, proprio come se lo fosse, dietro ogni creazione c’è un progetto, un’attenta ricerca dei materiali “giusti”, tante prove e tante…notti insonni! Però poi di fronte al progetto realizzato, tutto quello di cui sopra scompare, e resta soltanto entusiasmo, felicità, eccitazione, voglia di rimettersi all’opera con una nuova idea!

Ragazze, avete mai provato questa forma di passione quando riuscite a fare ciò che vi piace? Bene, la risposta alla mia domanda è che in fondo quello che faccio è prima di tutto uno svago…

Fasciatoio da viaggio

Sarebbe davvero il massimo se lavoro e svago coincidessero nella mia attività, ed allora ho preso alcune decisioni, a partire innanzitutto dal portare avanti questo blog: voglio che sia soprattutto un contenitore di dritte sulla creatività in genere, e sul cucito creativo in particolare; voglio postare tanti tutorials per dare l’opportunità a chi è interessata, di provare a realizzare con le proprie mani e le proprie varianti, le mie creazioni; voglio scambiare con voi notizie su fiere, mercatini e concorsi creativi; e voglio crescere “in diretta” con voi, sperimentando nuove tecniche e nuovi materiali. Che ve ne pare?

Ci vorrà molto impegno, lo so, ma ci voglio provare!

Care mams, vi aspetto…al prossimo click!

 

 

Leave a Reply